DICONO DI ME

SILVIA – Oggi si è concluso il nostro percorso insieme. Che dire? Con te ho condiviso tantissimo in questi mesi; mi hai preso per mano come amica, madre e donna; abbiamo attraversato insieme il mio passato, le mie paure, i miei limiti, le mie incertezze e i miei blocchi per il futuro. E’ cresciuta in me la voglia di continuare a migliorarmi e amarmi incondizionatamente e non farmi mettere più i piedi in testa o farmi dare per scontata. “Io valgo e merito il meglio”… Sto imparando anche grazie a te ad avere più consapevolezza di me stessa, della mia vita, facendomi valere con assertività. Grazie di cuore per questo tempo della mia vita trascorso insieme tra risate, confidenze e preoccupazioni. Non sei stata solo una Coach, ma amica, donna forte e madre guerriera… Donna di grande carisma a cui voglio aspirare. Grazie ancora di tutto. A presto…

MICHELA – Ho scelto Sabrina perché, superati da poco i cinquant’anni ed avendo vissuto anni di grande sofferenza, avevo bisogno di confrontarmi con una persona che mi accompagnasse nell’ultimo tratto buio della mia vita, fatto ancora di paure, dubbi e sensi di colpa che rischiavano di farmi indietreggiare anziché proseguire verso la luce. Ho scelto Sabrina perché qualcosa dentro di me mi suggeriva di percorrere un tratto della mia strada accanto ad una donna che sa leggere dentro le cose, che sa ascoltare, e che generosamente si racconta, perché da lei possiamo prendere esempio e consapevolezza che ci si può rialzare e si può tornare ad essere felici. Spero che molte donne possano affidarsi a lei, per salire su quel trampolino con gambe meno tremanti.

CAMILLA – ”Tre mesi fa non avrei mai pensato di guardarmi allo specchio e poter finalmente dire: “sono felice della persona che sono, con tutti i miei pregi e i miei difetti, so quanto valgo e nessuno può spengere la luce che ho dentro”. Prima di iniziare questo percorso, infatti, ero una persona fortemente insicura, avevo paura di affrontare le persone ed ero fortemente condizionata dal giudizio altrui. Ad effetto domino, questo si riversava in ogni aspetto della mia vita, facendomi sentire in gabbia. È stato a quel punto che mi sono rivolta a Sabrina. Grazie a lei sono riuscita a mettere a tacere tutte quelle voci negative che pesavano come macigni e che mi impedivano di amarmi ed essere felice. Fin da subito, il suo sguardo e la sua delicatezza mi hanno trasmesso messaggi potenti quali: “non sei sbagliata”, “io sono qui”, “ti ascolto”, “credo in te”, “non sei sola”, “tu vali”, “puoi farcela”… Messaggi che giorno dopo giorno mi hanno dato la forza di affrontare demoni che da sola e da troppo tempo avevo paura di affrontare, riscoprendo parti di me che non pensavo di avere. Mi sono sentita presa per mano ma soprattutto mi sono finalmente sentita in pace. A Sabrina devo molto, e la ringrazio di cuore perché se sono arrivata fino a qui è soprattutto grazie a lei. Le sue sono state vere e proprie lezioni di vita che custodirò e che mi guideranno anche in futuro!”

LAURA – “Ho conosciuto Sabrina tramite il suo canale Youtube, ricco di contenuti validi e stimolanti, grazie al quale ho visto accendersi in me l’interesse verso la “crescita personale”. Ho quindi colto con grande entusiasmo la possibilità di iniziare con lei un percorso di coaching, che ha decisamente superato le mie aspettative. Posso sicuramente dire di essere una persona diversa da quella del primo colloquio: Sabrina è stata in grado di mettermi davanti aspetti della mia personalità che non ero mai riuscita a focalizzare, dandomi strumenti validi per lavorare su me stessa e raggiungere i miei sogni. Ma quello che più ho amato di questa esperienza è stato l’interfacciarmi con una persona in grado di decodificare realmente “l’altro”, guidandolo con delicatezza, professionalità e un grande intuito attraverso la scoperta di un nuovo sé stesso.”

GISELLA – “Sabrina con empatia ti conduce lungo un percorso per conoscere i punti di forza e debolezza, in modo da sapere su cosa puntare e cosa migliorare. Ti fornisce delle chiavi/strumenti per essere più efficaci ed assertivi e per ottenere migliori risultati nei vari ambiti della vita personale”.

SARA – “Durante il percorso con Sabrina mi sono vista cambiare dolcemente. Ho scandagliato cose che per troppo tempo avevo dato per poco importanti o scontate, come ad esempio trovare ciò che mi rende Persona oltre il compito di madre, moglie e figlia. Ho imparato ad amarmi di più attraverso la cura di me e della mia casa, a saper scegliere le amicizie e le ore che posso dedicare agli altri senza che questo mi schiacci. Sto imparando ad essere produttiva, ad avere obiettivi e molta più fiducia e amore per me stessa. In questo Sabrina mi ha accompagnata sempre in modo deciso ma dolce, con moltissima empatia e dialogo aperto.”

PRISCA – “Quando ho iniziato il percorso pensavo di non avere fiducia in me, di essere una frana. Ho scoperto insieme a Sabrina che avevo invece tante qualità… ho accresciuto la mia autostima. Lei ha saputo spronarmi dolcemente alla riflessione profonda, a cercare una strategia per uscire dal guscio e credere di più in me stessa.”

RAFFAELA – “Queste ore sono state un momento per riappropriarmi della mia identità e ripartire con la mia vita smettendo di piangermi addosso, con degli spunti da approfondire grazie anche alle preziose letture consigliate dalla stessa Sabrina… lei è molto empatica, ironica e divertente; quando le racconti un fatto, sa farne una preziosa sintesi ispirandoti al contempo a leggerlo in una prospettiva tutta nuova”.

ALESSANDRA – “Mi sono presto ritrovata ad avere voglia di pensare a me, a ciò in cui credo, a ciò che vorrei cambiare. A pensare – finalmente! – che il tempo libero ha la stessa dignità, nella mia vita, del tempo del dovere. Ho scritto nei mesi molto più di quanto mi sarei immaginata, io che non tenevo un diario da quando avevo nove anni! Oggi penso che il viaggio non si ferma mai, ma che lo si può affrontare coltivando la stima di sé e una centratura interiore anche nel mezzo delle difficoltà. E questo me lo ha insegnato Sabrina, a parole e a fatti.”

FRANCESCA – “Sabrina è una persona in grado di metterti a tuo agio al primo sguardo. Subito ti senti a casa insieme a lei, riesce a mettere a nudo le anime; possiede la dote naturale di arrivare dritto nel cuore delle persone, a rendere semplice ogni concetto. Il suo modo di parlare incanta, mi sono sentita capita, abbracciata. Mi ha aiutata a focalizzarmi sui miei valori profondi. Oggi sento chiari i miei obiettivi, riconosco il mio potenziale, gestisco meglio le emozioni ed esco con coraggio dalla zona di comfort.”

LAURA – “Consiglierei Sabrina a chiunque avesse bisogno di trasformare le proprie speranze in energia, perché questo è stata per me: energia, riflessione, accoglienza. E’ stata l’appuntamento che rimandavo da tempo, quello con me stessa. Oggi grazie a tutto questo ricerco la felicità in posti in cui non l’avrei cercata, mi guardo allo specchio con occhi più affettuosi, scelgo la disciplina che mi permette di assumermi le responsabilità con consapevolezza.”

LOREDANA – “Questo percorso mi ha insegnato a fermarmi e prendere coscienza di quanto in realtà mi mancasse la mia individualità. Ho capito che non è una colpa, non è ingratitudine. Ho capito che posso essere una madre, una moglie e una donna realizzata, che posso dedicarmi anche a me stessa prendendomi tempo e spazio.”

MANUELA – “Pur avendo una vita estremamente soddisfacente sentivo che mancava un tassello, e questo stato di malessere mi faceva sentire in colpa. Ho scelto Sabrina come mia Coach per l’enorme energia che mi trasmetteva; ho sentito che lei avrebbe potuto aiutarmi a comporre il puzzle, inserendo l’ultimo pezzo mancante, che all’inizio del percorso non sapevo essere Io. Sabrina mi ha lasciata esprimere liberamente, guidandomi nelle riflessioni, spesso difficili, sempre con grande rispetto della mia persona. Sono rimasta meravigliata del fatto che nonostante non mi conoscesse, fosse così in grado di capirmi.”

GRAZIA M. – “Sabrina mi ha aiutata nell’organizzazione, mi ha fatto scoprire l’agenda, oggetto per me sconosciuto. Mi ha insegnato a saper dividere le cose davvero prioritarie da quelle che posso abbandonare o delegare, mi ha spiegato come diventare più minimalista persino con le app sul mio cellulare. Il risultato è stato una quotidianità più scorrevole e soprattutto l’imparare a non abusare del mio tempo e delle mie energie in modo superficiale”.

LAURA – “Una donna autentica come poche, tenace e profonda, che sa accogliere con maestria ed un intuito fuori dal comune aspetti chiave delle persone che intraprendono un percorso con lei”.

CLAUDIA – Ho affrontato il percorso di coaching con Sabrina per fare un check-up della mia vita emotiva. Guidata attraverso lunghe e piacevoli chiacchierate e con l’ausilio di esercizi interessanti e divertenti, ho proseguito bene mio percorso. Poi, verso l’ottavo incontro, è successo qualcosa di inaspettato. Come se si fosse rotto l’anello di una catena, mi sono apparsi improvvisamente chiari degli aspetti della mia vita che mi facevano soffrire, rischiarando le ombre di un passato cupo che, senza averne troppa consapevolezza, mi trascinavo ancora dietro. Una volta portato alla luce questo aspetto, anche gli altri che mi facevano soffrire si presentano ora sotto una luce diversa e i nodi sembrano iniziare a sciogliersi. Non posso far altro che ringraziare Sabrina e consigliare questo percorso come investimento per sé stesse ma anche per chi ci sta accanto. Perchè la serenità è contagiosa ed è il più bel regalo che possiamo fare agli altri!

ROSELLA – Felice del percorso intrapreso; è incredibile come in un paio di mesi io mi senta decisamente diversa, mi ritrovo a guardare indietro e mi pare siano passati anni. Grazie per ciò che hai saputo trasmettermi: la consapevolezza che l’energia per essere migliori è già pronta dentro di noi, dobbiamo “solo” saper guardare meglio e tirarla fuori… e qui entri in campo tu, che con un paio di occhi belli e nuovi mi hai guidata e portata ad essere ciò che sono ora: una donna con maggiori consapevolezze, in grado di guardarsi con “indulgenza” e di abbracciarsi, una donna che ha capito il suo valore e che continuerà a fare di tutto per non farsi dire chi è e cosa deve fare. Una donna che ha imparato a comprendere e perdonare anche chi non è esattamente come lei, attingendo forza ed ispirazione anche dalle diversità, che non ha bisogno di modelli perché lei è il modello di se stessa perchè, prendendo in prestito le parole di Agrado da “Tutto su mia madre” del buon caro Pedro (Almodovar) “Una è più autentica, quanto più somiglia all’idea che ha sognato di se stessa” Ti voglio un gran bene… e… resta in zona… Un forte abbraccio!

ANITA – Cara Sabrina, oggi si è concluso il nostro percorso. Grazie per aver condiviso del tempo con me, grazie per avermi fatto incontrare me stessa. Sono felice di averti scelta come Coach. Una Coach professionale, intelligente, spiritosa e amorevole. Ho davvero imparato tanto durante le sessioni. Sento di essere cresciuta molto. Di aver gettato giù la maschera. Di essermi finalmente guardata nei miei occhi “di velluto”, come li hai sempre chiamati tu. Le sessioni mi hanno resa una persona molto più vera, molto più autentica. Sia per me stessa sia per gli altri. Gli esercizi, le letture, le tue parole mi hanno aiutata a scoprirmi, a capirmi, a fare con strategia e risultato un grande lavoro introspettivo.

ANNA MARIA – Nel mese di dicembre sentivo che la mia vita era arrivata davanti un bivio: o darmi una mossa e uscire da uno stato di sofferenza cronica, o rimanere in uno stato senza nessuna possibilità di vivere per davvero. Capivo di dover dare una svolta, ma non avevo né la forza, né i mezzi, nonostante la mia determinazione. Ho iniziato cercando sul web dei video riguardo all’autostima. Per caso (o forse no) ho scoperto Sabrina. Da subito ho sentito che era la persona giusta per accompagnarmi in un percorso di crescita personale, in un viaggio interno. E cosi è stato. Mi sono totalmente affidata alla sua professionalità, empatia e, non meno importante, simpatia. Devo dire che in principio è stato doloroso scavare dentro di me. Ma tenendomi per mano, Sabrina è stata capace di far emergere qualità e desideri che neanche io sapevo di possedere. Mi ha anche insegnato alcuni meccanismi della mente. Ma la cosa che più mi affascina è che a quasi 50 anni sono riuscita ad amarmi!, cosa che fino a pochi mesi fa non riuscivo. Da questo è anche migliorato il mio rapporto con le persone più importanti della mia vita, perché si sa, solo amando se stessi si è in grado di amare gli altri. Non ho parole per ringraziare questa donna che mi ha radicalmente cambiato la vita, o per meglio dire, mi ha ridato la MIA vita.

ANTONELLA – Sabrina mi ha preso per mano in un momento buio, nel quale brancolavo tra tanti buoni propositi mescolati a sfiducia e disorganizzazione. Insomma, uno di quei periodi in cui ti trascini senza una vera mèta, sperando di incontrare qualcuno che ti dia la pillola magica che sistema tutto. Lei ha riportato la mia attenzione verso di ME, senza compatirmi, ma con una bella dose di concretezza e praticità. Mi ha dato gli strumenti per guardarmi con occhi nuovi e oggettivi, per fare pace col passato e rimettere in luce i miei pregi. Il nostro percorso ha fatto chiarezza sui miei obiettivi e mi ha fatto capire che avevo bisogno di ricaricare il mio “serbatoio di energia”, scegliendo bene dove, come e anche con chi utilizzare questa energia. Insieme abbiamo chiuso ferite e aperto nuove porte, ora tocca a me lanciarmi dal trampolino… grazie, Sabrina!

CINZIA – Il  percorso di coaching con Sabrina è stato semplicemente entusiasmante, arricchente e denso di significato. A fare la differenza, al di là della grande professionalità di Sabrina come coach, lo ha fatto proprio la sua persona: la sua capacità di essere completa, empatica, spronante, ma sempre nel rispetto delle ferite altrui, capace di accogliere le debolezze restituendo occasioni di crescita e forza. Sono felice di questo dono, che è stato la strada percorsa insieme, e che ho intenzione di continuare grazie agli strumenti che il coaching mi ha fornito; e quanto mai sono felice di avere il privilegio, l’onore e la ricchezza di conoscere Sabrina. Grazie, Sabri, di cuore e con tutto il cuore.

VALENTINA – Conosco Sabrina perché seguo da tempo il suo canale YouTube, quindi quando ho deciso di intraprendere il percorso di Coaching con lei, sapevo a chi mi stavo rivolgendo. Ho sempre avuto piena stima del suo percorso di vita, ma ho potuto toccare con mano la sua enorme capacità di guardarti dentro. Ho deciso di contattarla dopo un evento traumatico che mi ha messa davanti alla realtà delle cose, cioè al completo caos in cui vivevo da diverso tempo. Attraverso la sua guida sono riuscita a mettere non solo in ordine, ma anche organizzare la mia testa e di conseguenza tutto quello che mi circonda. Mi ha fatto riscoprire la consapevolezza dello svolgere le cose più semplici e anche quelle più gravose, a spegnere i pensieri e concentrarmi sul qui ed ora. Ho preso di nuovo coscienza del mio IO e di come sia importante prendersi cura di sé a 360,° per salvaguardare il proprio salvadanaio delle energie. Mi ha fatto riflettere sul modo in cui mi relaziono con le persone che mi circondano e mi ha dato i giusti insegnamenti per riuscire a non farmi prevaricare e a non farmi sottrarre del tempo che devo dedicare a me stessa. Attraverso gli esercizi svolti, è riuscita a tirare fuori da me le risposte che cercavo, portando anche a galla degli aspetti che mi hanno scossa, ma così ho potuto capire quali sono i miei punti deboli e i miei punti di forza, ed ad ogni sessione mi sentivo sempre più incoraggiata. Mi ha fatto capire che le cose si costruiscono lentamente e che se non si arriva subito al traguardo, ciò non vuol dire che stiamo fallendo; e che la vita purtroppo non è fatta solo di semafori verdi, ma anche di gialli e di rossi e che servono anche questi ultimi; per cui, per saperli affrontare non dobbiamo disperdere le nostre energie e soprattutto rimanere centrati. Rifarei mille volte questo percorso insieme a lei e ai suoi occhi che mi incoraggiavano anche quando mi stava solo ad ascoltare. Grazie Sabrina, sei stata quello che si può definire “cioccolata calda per l’anima”… il tuo approccio verso di me è stato sempre molto professionale e obiettivo, ma al tempo stesso una vera carezza, senza mai farmi sentire commiserata o giudicata.

VERONICA – Mia cara Sabrina, eccomi alla fine delle nostre sessioni. Quando mi sono rivolta a te, era un periodaccio, avevo perso la bussola. Avevo bisogno di aiuto, di una sorta di guida, ma di qualcuno che allo stesso tempo mi desse anche conforto, comprensione. In realtà non è che ci ragionassi molto su cosa effettivamente cercassi, ma un giorno ti ho vista in una delle tue storie su instagram e ho detto: LEI! Ti ho chiamata alle 8 del mattino, con voce rotta. E mi hai accolta proprio così, con il sorriso, con comprensione e massima apertura. Le sessioni con te sono state fantastiche: ho pianto, ci siamo fatte un sacco di risate, mi hai portata ad interrogarmi, a scavare dentro di me, a darmi gli strumenti per affrontare il periodo di grosso cambiamento vissuto. Ti ho scritto a volte su whatsapp e alcuni tuoi audio li ho ascoltati decine e decine di volte. A volte mi hai dato dei rovesci per farmi svegliare! Ma quanto sono serviti, cavolo! So che non potrò evitare cose negative, ma certamente ho degli ottimi strumenti per accoglierle e affrontarle. Autostima, Bambina che c’è in noi, capacità di essere assertivi, il diario della gratitudine, eccetera eccetera. Che bel percorso fatto assieme! Permettimi di dire che questi argomenti dovrebbero essere introdotti nella scuola, dedicando delle ore, anche una sola la settimana, per educare le attuali generazioni e le future ad essere felici! Se mi guardo adesso, mi raffiguro come una principessa Disney, ma anziché la coroncina, ha un bel cinturone in vita con tutte le cartucce necessarie per difendersi. Ne abbiamo già parlato di questo. Continua così, certamente ci sentiremo in futuro per un up-grade periodico. Ti voglio bene.

SARA – Attraverso i colloqui con Sabrina ho scandagliato cose che per troppo tempo avevo dato per poco importanti o scontate, come ad esempio trovare ciò che mi rende Persona, oltre il ruolo di madre, moglie e figlia. Prendermi tempo per lavorare fattivamente sui miei spazi e desideri personali. Ho diminuito la dipendenza dai Social, che prima usavo come palliativo alla sensazione di solitudine con me stessa, visto che non solo pativo il rapporto con gli altri ma anche quello con la mia persona, una compagnia che mi andava molto scomoda! Ora so di non essere poi così male, e ho imparato ad amarmi di più attraverso la cura di me stessa e della mia casa, a chiedere aiuto, a saper delegare, a saper scegliere le amicizie e le ore che posso dedicare agli altri senza che questo mi schiacci. Riesco ad essere maggiormente produttiva e sto imparando a pianificare meglio le mie giornate, perché ho più obiettivi e anche più fiducia e amore verso di me. Sabrina mi ha accompagnata in tutto questo percorso sempre in modo deciso ma dolce, con moltissima empatia e dialogo aperto. Proverò ora a camminare con le mie gambe, ma se avrò bisogno di un aiuto, so già che in Sabrina troverò sempre una persona capace, formata dallo studio e dalla vita, con un profondo amore verso il prossimo e verso i suoi traguardi. Consiglierò di certo Sabrina a coloro che avranno bisogno di un professionista serio e con risultati certi.

ALESSANDRA – Il mio è stato un percorso verso l’AUTOSTIMA. Mi sono affidata a Sabrina per provare ad andare oltre quella che io credevo fosse la percezione bassa della stima di me. Abbiamo lavorato molto, partendo da lontano: dai nodi del passato e dalla ruota della vita che non rileggevo da mesi e che ho riletto poco fa, per completare questa valutazione di cui mi si chiede conto. Ho svolto quelli che all’inizio ho scherzosamente chiamato “compiti”, cioè gli esercizi che Sabrina mi ha assegnato ogni volta. Ho smesso in fretta di scherzarci sopra, perché alcuni erano comodi e divertenti, mentre altri mi hanno costretta ad una certa scomodità, cioè a riflettere su alcuni miei atteggiamenti che avrei preferito non constatare. Posso dire, però, che il viaggio non l’ho affrontato da sola, ma in buona compagna: Sabrina non è mai stata giudicante, ma sempre disposta ad ascoltarmi e sempre capace, sorridendo, di smontare la mia severità. Quasi come a dirmi: “Alessandra, ci sono difetti e persone peggiori in giro, cerca pure di volerti un po’ di bene!”. Questo atteggiamento suo è stato per me di grande conforto, soprattutto all’inizio, quando è difficile cominciare a parlare di sé. Mi sono presto ritrovata ad avere voglia di pensare a me, a ciò che mi tocca sopportare, a ciò in cui credo, a ciò che vorrei cambiare. A pensare – finalmente! – che il tempo libero ha la stessa dignità nella mia vita del tempo del dovere. Ho scritto nei mesi molto più di quanto mi sarei immaginata, io che non tenevo un diario da quando avevo nove anni! Ho iniziato a provarci gusto, perché, oltre alle notizie scomode, ho visto nero su bianco che cosa vorrei da me e dagli altri, quali miei confini proteggere e quali rompere per andare oltre.  E i talenti? Ma quanto è illuminante rileggere i propri talenti e sentirsi capaci e umili allo stesso tempo?!  Direi una rivelazione, ma anche una liberazione da alcuni dubbi sulle mie capacità. Il viaggio, dicevo, è stato lungo. Nel frattempo mi è capitato di mettere in pratica qualche prezioso suggerimento di Sabrina sull’assertività: dò meno spiegazioni e ho più distacco da alcune critiche che secondo me sono frutto – e qui sta la magia! – di problemi altrui. Sì, perché mi è successo di avere la freddezza di pensare, in una situazione conflittuale, che la persona che cercava di mettere me in difficoltà di fatto lo era lei stessa. La magia è stata quel brevissimo istante che mi sono presa in cui ho potuto pensare con distacco e gestire il conflitto. Abbondo in magie: questo atteggiamento mi è venuto spontaneo, come fosse sempre stato parte di me. Chiudo come ho iniziato: riguardo la ruota della vita e penso che il viaggio non si ferma mai, ma che lo si può affrontare coltivando la stima di sé e una centratura interiore anche nel mezzo delle difficoltà. E questo me lo ha insegnato Sabrina, a parole e a fatti. 

FRANCESCA – Sabrina è una persona in grado di farti mettere a tuo agio dal primo sguardo. Già dopo cinque minuti ti senti a casa con lei, riesce a mettere a nudo le anime. Possiede secondo me la dote naturale di arrivare dritto nel cuore delle persone e soprattutto di rendere semplice ogni concetto, anche il più complesso e profondo. Il suo modo di parlare ti incanta, dopo i nostri incontri mi sono sentita ascoltata, capita, abbracciata. Ho raggiunto risultati pratici grazie a lei, oltre per la funzione primaria alla quale mi ero rivolta ad una coach. E’ stata in grado di focalizzarmi sui miei valori profondi, applicati alla mia vita quotidiana. Grazie a lei ora ho chiari i miei obiettivi, ho scoperto il mio potenziale, ho imparato a gestire meglio le emozioni, ho eliminato tante paure e sono uscita dalla mia zona di comfort. Mi sono rivolta a lei per riuscire a focalizzarmi su altro oltre l’essere mamma, ed è riuscita a farmi aprire gli occhi su tanto altro. Da questo percorso mi sento più consapevole di tutto ciò che posso essere e fare. La consiglio a tutti: ti permette di fare un viaggio guidato dentro te stessa, mentre lei è lì vicino a tenerti la mano.

GIUSI – Scrivo pensando alla me stessa di due mesi fa. Mi rivedo intenta a cercare letture, video che potessero aiutarmi a rimettere ordine nel caos che stavo vivendo. Cosi, per puro caso, mi sono imbattuta in tuo video e, istintivamente, ho deciso di contattarti. Cosi è cominciato il mio percorso in tua compagnia. Non sapevo nemmeno dove stavo andando, ma fin da subito mi hai trasmesso una sensazione di fiducia e ho deciso di lasciarmi guidare. Ora sono qui a trarre le somme di questi 2 mesi di percorso e resto sbalordita nel rendermi conto degli strumenti che mi hai fornito, cosi preziosi, quanto indispensabili. Prima del nostro incontro indirizzavo tutte le mie energie verso il mio costante ‘senso del dovere’, che mi accompagnava da sempre. E in nome di questo ‘senso del dovere’ sentivo che il mio tempo non poteva che essere speso per tutte le incombenze, per tutti gli impegni che ogni giorno mi toccava affrontare. Cosi procrastinavo qualsiasi cosa potesse darmi anche solo un momento di gioia, di appagamento, di spensieratezza, quasi a volermi infliggere una punizione.  Ma, allo stesso tempo, sentivo che qualcosa nella mia vita doveva cambiare, anche se non riuscivo a comprendere bene quale strada intraprendere. Solo ora, ripensando a quei momenti, riesco a capire quanto mi sbagliassi. E ancora riesco a sentire la mia disperazione nel non riuscire a venirne fuori. Mi sentivo a terra. Si dice che è solo quando tocchiamo il fondo che riusciamo a capire che dobbiamo reagire, che dobbiamo riemergere. E dal fondo in cui sono precipitata, ho avuto la fortuna di intravedere qualche appiglio che potesse riportarmi alla luce. In quel momento, la tua presenza come coach è stata fondamentale. Tu hai saputo dare un nome a tutte quelle sensazioni che provavo e che mi portavano giù; hai saputo spiegarle in modo cosi diretto da non lasciare spazio a dubbi. Finalmente tutto mi appariva più chiaro. I tuoi consigli sul diritto/ dovere di riconoscere prima e di esprimere poi i miei bisogni, la mie volontà, sono stati il punto da cui partire. Mi hai guidata in uno splendido percorso di consapevolezza, insegnandomi che, prima di tutto, dobbiamo amare noi stessi, perché ‘nulla esce da un otre vuoto’, per citare una delle tue affermazioni, diventate dei mantra per me. Mi hai insegnato, innanzitutto, a riordinare il mio passato, ad individuare gli eventi che mi hanno segnata e che mi hanno allontanata da me stessa; mi hai aiutato a delineare i miei valori, i miei bisogni, i miei confini; mi hai spinta ad individuare, a specificare i miei desideri, i miei obiettivi, facendomi assaporare una vita nuova, fatta anche e soprattutto di cose che mi piacciono, che mi danno energia vitale. Mi hai spinta ad essere più realista; a realizzare che forse non è tutto cosi nero come pensavo, che dal mio passato posso trarre opportunità e non solo limitazioni. Ma sopra ogni altra cosa, mi hai insegnato che imparare ad amare se stessi è il punto da cui partire. Sono io ad avere la responsabilità di me stessa, del mio benessere, della mia felicità. Io sono padrona della mia vita, del mio tempo, dei miei desideri e sono io a dovermene prendere cura, allontanando tutti i tentativi di sabotaggio che possono derivare da me e fuori da me. Mi hai insegnato che, come una madre ama, preserva e si prende cura del proprio figlio, allo stesso modo ho il dovere di farlo con me stessa, perché, in questo, nessuno può sostituirsi a me. Anche io lo merito! Devo ammettere che mi riesce ancora difficile mettere in pratica tutti i tuoi insegnamenti, ma oggi rispetto a ieri, sento di avere in mano quella bussola che mi aiuta ad orientarmi, che non mi fa sentire persa e che riesce a darmi quel pizzico di sicurezza e di forza necessari per costruire la vita che vorrei. Ora che ho compreso i tuoi insegnamenti, ho finalmente capito a quale parte della mia vita indirizzare le mie energie. Ora riesco ad ascoltarmi e a guardare ciò che accade dalla giusta prospettiva. E so che se dovesse arrivare un nuovo momento di stallo, posso ricontattarti per ricorrere alla tua competenza e alla tua perspicacia, affinché tu possa guidarmi ancora una volta verso il percorso giusto da seguire. Commossa dal ricordo che hai lasciato in me, vorrei ringraziarti per la significativa opportunità che mi hai offerto ed esprimerti tutta la mia gratitudine.

LAURA – Ho cominciato il mio percorso con Sabrina in una notte di Settembre in cui non riuscivo a dormire, aspettando risposte sul mio futuro. Stanca, impaurita, delusa da me stessa; e speranzosa. Ho scritto a Sabrina perché era così che l’avrei descritta quella sera: una donna luminosa, una speranza. Ho voluto darmi l’occasione di conoscerla e intraprendere questo percorso con lei perché emanava l’energia di cui avevo bisogno, dopo tanti anni di torpore, coperta da un letto di bugie e di false illusioni che le cose, prima o poi, si sarebbero risolte. Immobile. Sabrina mi ha insegnato a perdonarmi, che nel mio percorso era il passo ancora precedente al primo. Mi ha mostrato come ci si possa reinventare in ogni momento della vita; abbiamo valutato insieme le infinite possibilità che avevo, anche molto lontane dall’ illusoria perfezione a cui ambivo; mi ha insegnato cosa vuol dire che ‘’La vita è quello che succede mentre sei impegnato a fare altri piani‘’; mi ha spinto ad affrontare i miei blocchi; ha abbassato le luci dei riflettori che mi sentivo puntati addosso; ha rimpiazzato la colpa con la responsabilità, senza giudizio, senza paura del non ritorno. Abbiamo parlato molto, guidate dai suoi esercizi, di cosa amassi davvero, di cosa cambiare, di cosa tenere, di cosa liberarsi. E’ stato come avere una persona che non solo ti ascoltava ma ti capiva e tifava per te. Consiglierei Sabrina a chiunque abbia bisogno di trasformare le proprie speranze in energia, perché questo è stata per me: energia, riflessione, accoglienza. E’ stata l’appuntamento che rimandavo da tempo, quello con me stessa. Oggi, grazie a tutto questo, ricerco la felicità in posti in cui non l’avrei cercata, mi guardo allo specchio con occhi più affettuosi, scelgo la disciplina che mi permette di assumermi le responsabilità con consapevolezza. Tutto deve partire da sé ma se quando decidi di mettere la benzina alla tua auto incontri una benzinaia come Sabrina, sei fortunato, guardi la strada con occhi diversi, affronti i bivi con entusiasmo; sai che puoi sbagliare strada ma non hai motivo di fermarti, perché può succedere. E allora si riparte, sempre.

LOREDANA – Mi trovato intrappolata tra il ruolo di madre e quello di compagna credendo fosse il normale evolversi della mia vita adulta. Sentivo una costante insoddisfazione, ero insofferente sempre più. Questo percorso mi ha insegnato a fermarmi e prendere coscienza di quanto in realtà mi mancasse la mia individualità. Ho capito che non è una colpa, non è ingratitudine. Ho capito che posso essere una madre, una moglie e una donna realizzata, che posso dedicarmi anche a me stessa prendendomi tempo e spazio. Non cerco più giustificazioni a me o alla società, posso dedicarmi a me stessa senza sentirmi egoista, posso avere progetti solo miei ed è giusto così… ho compreso che il mio essere donna non sminuisce l’essere madre, non toglie ma arricchisce. Grazie, Sabrina.