MINDFULNESS

I BENEFICI della pratica della MINDFULNESS

I benefici della Mindfulness sono oramai acclarati da due diverse fonti di ricerca, quella cioè empirico-scientifica-oggettiva e quella esistenziale-soggettiva. 

Entrambe le tipologie di ricerca si stanno oramai intersecando e i risultati oramai si sommano. La Mindfulness regala diversi cambiamenti a livello psichico-emotivo che hanno ripercussioni sullo stato anche fisico e quindi della salute. Ma vediamo un po’ più da vicino quali effetti crea:

  • Mantiene l’equilibrio emozionale: aiuta a identificare le emozioni, riconoscerle, sentirle nel corpo. Ciò permette alla persona di non farsi reascinare o schiacciare dalle emozioni; attraverso la consapevolezza vengono riconosciute e quindi gestite, mantenendo equilibrio emozionale.
  • Sviluppa il pensiero non-giudicante: la mente umana ha la tendenza a giudicare qualsiasi cosa entri in contatto con la persona. Questo genera azioni/reazioni che spesso non hanno fondamento obiettivo, ostacolano la serenità, la pace interiore e aumentano lo stress. Sviluppando un pensiero non giudicante, possiamo vivere ogni esperienza, emozione, accadimento, così com’è, senza preconcetti o stereotipi. Questo atteggiamento favorisce maggiore apertura e curiosità verso il nuovo.
  • Migliora la serenità e la fiducia: aiuta ad accogliere tutte le esperienze, piacevoli e spiacevoli. Questa predisposizione permette di approcciarsi alle diverse situazioni della vita con più fiducia, curiosità, disponibilità.
  • Aumenta l’attenzione sul presente: sviluppa la capacità di mantenere l’attenzione sul “qui e ora”, senza giudizio.
  • Diminuisce i livelli di stress: sviluppare la capacità di concentrarsi su una cosa e saper dove dirigere l’attenzione, produce un abbassamento dei livelli di cortisolo, l’ormone dello stress.
  • Migliora la capacità decisionale: quando siamo subissati di stimoli non riusciamo a vedere le cose lucidamente. Con la Mindfulness la mente osserva se stessa, come un testimone imparziale, ed è più semplice prendere le decisioni giuste.
  • Diminuisce l’impulsività: permette di abbandonare le risponste automatiche che mettiamo in atto. La presenza mentale permette di capire meglio i legami tra pensieri, emozioni, atteggiamenti. Favorisce una “risposta” anzichè una “reazione”. La Reazione infatti è una Resistenza agli eventi, in quanto si oppone ad essi. La Risposta invece è un Comportamento Adeguato Alla Situazione.
  • Incrementa la capacità di affrontare le situazioni negative: la Mindfulness aiuta ad affrontare gli stati d’animo dolorosi, senza che la mente metta in atto fughe e strategie difensive dannose. Permette di fare pace con l’inevitabilità del cambiamento e permette di gestire meglio le emozioni negative che vengono percepite come meno disturbanti. La presenza mentale aiuta a tenere sotto controllo anche le emozioni più fastidiose come ansia e preoccupazione.
  • Sviluppa la capacità di ascolto: l’ascolto consapevole riduce le incompresioni.
  • Migliora i rapporti con gli altri: si è più inclini all’ascolto, più tolleranti delle diversità, più empatici.
  • Accresce l’autostima: si rinuncia alle autolimitazioni, essendo più aperti alle esperienze nuove. Si sviluppa fiducia in sè, sicurezza e coraggio. Si mettono in pratica buoni propositi e si realizzano obiettivi.
  • Aumenta le capacità cognitive: aumento della concentrazione, diminuzione delle distrazioni, migliorano la memoria e la capacità di focalizzazione. Si risolvono i problemi in modo più creativo e flessibile.
  • Migliora la qualità della vita: più attenti al presente, smettiamo di mettere al centro di ogni pensiero la propria situazione personale. La mente si apre a nuovi scenari e prospettive, si accettano e superano le difficoltà e si godono di più gli aspetti positivi dell’esistenza.
  • Migliora la gestione degli stati psicopatologici: utile per ansia, attacchi di panico, disturbi alimentari, ricadute depressive, dipendenze, etc.
  • Riduce il dolore: non agisce sui contenuti dolorosi, ma sulla relazione che noi abbiamo al dolore, in merito alla sofferenza percepita. Utile quindi nel trattamento del dolore cronico, per diminuirne ai pazienti l’intensità.
  • Migliora la funzione immunitaria: questo perchè la Mindfulness ha un effetto opposto a quello della risposta allo stress e del conseguente carico allostatico. Ha anche un ruolo positivo nella riduzione della risposta infiammatoria, quindi può essere importante nella gestsione di molte malattie infiammatorie e autoimmuni.

Per riepilogare, la pratica della meditazione Mindfulness è in grado di provocare cambiamenti salutari nel cervello, quali:

  • previene la depressione
  • influisce positivamente sugli schemi cerebrali che stanno alla base di ansia, stress e rabbia
  • migliora la creatività, la memoria, le relazioni personali
  • ricopre un ruolo significativo nel potenziare il benessere psico-fisico della persona.

MA AL DI LA’ DI TUTTO: AIUTA A PRENDERSI CURA DI SE STESSI

Sabrina Pietrangeli

Tagged , , , , , , , , , , , , ,

About Sabrina Pietrangeli

Scrittrice, bioeticista e youtuber, fondatrice di una associazione Onlus di matrice socio-sanitaria. Amante della vita e della bellezza, riporta nel suo quotidiano e nel rapporto con gli altri tutto il suo carico di esperienze e di desiderio di dare e ricevere vita.
View all posts by Sabrina Pietrangeli →

Lascia un commento