MINDFULNESS

Cosa NON E’ la MINDFULNESS

  1. NON E’ SVUOTARE LA MENTE: al contrario, è osservare ciò che la mente pensa al momento. Aiuta a comprendere che i pensieri sono soltanto pensieri e non un riflesso della realtà esterna che ci circonda. Questo ci fa smettere di inseguire pensieri irrazionali, inutili o dannosi, senza però cercare di bloccarli, perchè otterremmo l’effetto opposto. OGNI TENTATIVO DI ELIMINARE I PENSIERI E’ UNA LOTTA CONTRO LA MENTE CHE NON FA CHE AUMENTARE LO STRESS. La Mindfulness ci aiuta a vedere chiaramente i nostri pensieri.
  2. NON E’ UN METODO PER RILASSARSI: può capitare di rilassarsi, ma non è l’obiettivo della Mindfulness.
  3. NON E’ UN METODO PER EVITARE LE ESPERIENZE SPIACEVOLI: ci aiuta invece ad aumentare la nostra capacità di vivere il dolore. Il dolore nella vita è inevitabile, ma il grado di sofferenza che proviamo dipende dal modo in cui ci rapportiamo all’esperienza negativa. Comprenderemo che le sensazioni dolorose sono distinte dalla sofferenza che le accompagna. La sofferenza nasce dalla nostra personale reazione al dolore. Quando ci esercitiao a reagire al dolore con l’accettazione anzichè opponendovi resistenza, la nostra sofferenza diminuisce.
  4. NON E’ DIVENTARE IMPASSIBILI: ci consente invece di attraversare il fiume delle emozioni, non evitandole, ma neppure rimanendone sommersi; semplicemente rimanendone consapevoli. Questo ci permette di vedere le emozioni in modo più chiaro, e ci consapevolizza anche su tutte le difese psicologiche che mettiamo in atto quando cerchiamo di sentirci meglio e comprendere così lo stato d’animo che sta dietro la difesa.
  5. NON E’ LA RICERCA DELLA BEATITUDINE: impariamo invece che gli stati emozionali, belli o brutti che siano, vanno e vengono. E vanno solo osservati.
  6. NON E’ AUTOINDULGENZA: vi porta ad osservare esattamente ciò che si è. Senza giudizio. Questo induce al cambiamento.
  7. NON E’ CONVERTIRSI AD UNA NUOVA RELIGIONE: è una pratica di consapevolezza e presenza, slegata dalla cornice spirituale entro cui è fiorita. Viene quindi praticata da credenti e non. E’ universale, e può essere praticata a sostegno della propria evoluzione, psicologica personale o come impegno in qualunque tradizione spirituale.

Sabrina Pietrangeli

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , ,

About Sabrina Pietrangeli

Scrittrice, bioeticista e youtuber, fondatrice di una associazione Onlus di matrice socio-sanitaria. Amante della vita e della bellezza, riporta nel suo quotidiano e nel rapporto con gli altri tutto il suo carico di esperienze e di desiderio di dare e ricevere vita.
View all posts by Sabrina Pietrangeli →

Lascia un commento